Toolkit Festival: Compositional Phases

Chi ha letto i miei precedenti articoli sa che tendo ad avere un viscerale interesse per tutte quelle organizzazioni, associazioni e gruppi che tendono a sviluppare e favorire la vitalità culturale, in qualunque campo la si intenda, tramite eventi e manifestazioni e soprattutto se legate ai giovani talenti.

Di seguito a questa breve premessa, scrivo con piacere e soddisfazione dell’Associazione Culturale Toolkit, un gruppo di giovani artisti e curatori riunitisi attorno all’artista multimediale Martin Romeo, che oltre ad essere l’ideatore di questo evento, ne è anche il direttore artistico. Un’ associazione viva, vibrante, che nel corso degli anni ha promosso diversi artisti , principalmente emergenti e under 35, provenienti da tutto il mondo, mettendoli in contatto con studenti, istituzioni e spettatori.

Punto focale su cui si concentra l’azione dell’Associazione è l’arte digitale, attraverso il suo principale strumento, il Toolkit Festival appunto, ideato per sviluppare il confronto creativo, la diffusione e la conoscenza delle arti digitali e le diverse possibilità di collaborazione culturale.

La tecnologia, anche nel campo artistico, ha permesso tanto la sperimentazione di nuove forme espressive quanto il ripensamento di quelle tradizionali, lasciando però il margine necessario al linguaggio personale dell’artista.
Una delle principali caratteristiche dell’arte digitale è la capacità di adattarsi e assumere molteplici interpretazioni anche in relazione a spazi precostituiti, restituendo una visione e una forma sempre nuova.
Queste stesse immagini, trasmesse allo spettatore, entrano dunque a far parte del suo bagaglio esperienziale e alimentano la co-creazione nel momento performativo, lo spettatore è quindi parte attiva nel processo di nascita dell’opera.
Un binomio arte-tecnologia che vuole creare un dialogo, fra artista e spettatore, superando gli approcci prevalentemente ludici e spettacolari.

Eccoci dunque alla quarta edizione del Toolkit Festival, intitolata “Compositional Phases”, che si concentrerà sul riadattamento digitale dell’opera e sulla modularità delle fasi che costituiscono il progetto artistico. Si chiede agli artisti di mettere in luce i diversi stadi di creazione del progetto presentato all’interno dell’ambiente espositivo: l’opera deve essere in grado di comunicare tutti gli aspetti che costituiscono la progettazione del lavoro e le sue fasi, dal riadattamento dell’opera per mezzo della tecnologia, fino alla sua rappresentazione in digitale.

Viene presentato inoltre un programma didattico attraverso 3 workshop ( i cui temi saranno : Interattività, Arte Aumentata, Sound Design) aperti a tutti e realizzati in concomitanza ad altri eventi, con lo scopo di far conoscere e sperimentare, in prima persona, alcuni dei principali software di interattività basati sull’utilizzo di supporti audio e video e tentare di rendere la conoscenza della “new media art” più accessibile al pubblico.

L’associazione culturale Toolkit vuole dunque porsi come punto di incontro e riferimento per giovani artisti emergenti che muovono i primi passi nel campo delle arti arti multimediali. Si vuole avvicinare un pubblico più numeroso a questo affascinante ramo dell’arte contemporanea, coinvolgendo giovani artisti di tutto il mondo, istituzioni, Università e tutti i curiosi desiderosi di dare nuove definizioni ad una forma di espressione che lentamente, e finalmente, va definendo la sua identità e il suo ruolo anche in Italia.

Tre giorni di festival in cui saranno concentrati anche un ampio ventaglio di esperienze: mostre interattive, seminari, concerti di musica sperimentale e spettacoli di danza, video-installazioni e performance artistiche. Il tutto dislocato in vari luoghi della città, così da poter proporre la kermesse ad un pubblico il più eterogeneo e numeroso possibile.

Un festival con una programmazione intensa e dal carattere innovativo, che, per la sua natura altamente partecipativa (non dimentichiamo che gran parte dell’arte multimediale che proponiamo è arte interattiva) , non può essere trasmessa in forma esaustiva tramite la presentazione orale o scritta del suo programma… ergo : siete tutti invitati a venire, ma soprattutto, partecipare e interagire.

Informazioni:
WWW.TOOLKITFESTIVAL.COM

Martin Romeo_Point of views_videoinstallation_2014_photography by Valentina Rachiele__

Martin Romeo_Label_interactive dance_2011_photography by Emanuele Girotti_

Martin Romeo_Built in_interactive videoinstallation_2011_photography by Carlo Ottaviani

Martin Romeo_The method_interactive dance performance_2014_photography by Alvise Nicoletti_1

0 comments

Positive Magazine numero 3 – compralo ora dal nostro sito