FORZA NUOVA AFFONDA A VENEZIA

Nulla da fare: Forza Nuova alla fine, dopo le annunciate candidature, le minacce a Tommaso Cacciari, le manifestazioni, le accuse alla stampa e alla società civile (es. gli Scout) di non considerarli, alla fine non hano fatto i compiti e nel giorno della presentazione delle liste è caduto il palco: non hanno saputo raccogliere secondo le normative vigenti le firme necessarie per presentarsi sia alla Regione Veneto, con il candidato Sartori, sia al Comune di Venezia con addirittura il segretario nazionale Roberto Fiore.

Il programma elettorale era credibile oppure no? Non lo sapremo mai, perché non sono neppure riusciti a fare una candidatura secondo le regole. Per la regione hanno rinunciato subito, senza neppure presentare ricorso, segno che avevano già capito che non avevano presentato le liste come richiesto. Per il Comune un timido accenno al ricorso al Tar che poi inesorabilmente ha bocciato senza appello la lista.

Che però la decisione del tribunale non sia piaciuta tanto ai neo fascisti di FN lo si evince dalle velate minacce dal profilo dell’ex – anzi per qualche giorno candidato sindaco Roberto Fiore:

Ci sarà una agressione ai seggi? Oppure è una minaccia metaforica? Lo scopriremo il 31 maggio giorno delle elezioni a Venezia e in tutto il territorio del Veneto.

You may also like

0 comments

Positive Magazine numero 3 – compralo ora dal nostro sito