Now Reading:
Venezia72: Jonathan Demme Presidente di Orizzonti
Full Article 3 minutes read

Venezia72: Jonathan Demme Presidente di Orizzonti

venezia72

A Venezia72 si iniza a definire la giuria per la 72° edizione della mostra internazionale cinematografica che si terrà al Lido dal 2 al 12 settembre. Uno dei mostri sacri del cinema, ovvero il regista Jonathan Demme, (tra i suoi titoli più famosi, Il silenzio degli innocenti, Philadelphia) sarà il presidente della giuria di “Orizzonti”, ovvero la sezione dedicata alle nuove correnti del cinema mondiale, vinta l’anno scorso da Court di Chaitanya Tamhane.

Jonathan Demme avrà quindi il compito di presiedere la giuria di Orizzonti che assegnerà diversi riconoscimenti, quali: Premio Premio Orizzonti per il miglior film; Premio Orizzonti per la migliore regia; Premio Speciale della Giuria Orizzonti; Premio Orizzonti per la miglior interpretazione maschile o femminile; Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio.

venezia71, venezia72

Venezia71: premio miglior corto: Maryam di Sidi Saleh – Ph. Giacomo Cosua

A breve La Biennale annuncerà anche gli altri componenti della giuria. Jonathan Demme è considerato uno tra i più importanti autori del cinema contemporaneo. E’ regista, produttore e sceneggiatore. Ha diretto capolavori indimenticabili e noti in tutto il mondo quali Il silenzio degli innocenti (1991), vincitore di cinque Oscar fra cui miglior film e miglior regia, e Philadelphia (1993), vincitore di due Oscar. Ha debuttato nella regia nel 1974 prodotto da Roger Corman e ha poi diretto – spaziando tra diversi generi, dall’horror alla commedia – oltre trenta film, tra cui alcuni cult movies come Il segno degli Hannan (1979), Qualcosa di travolgente (1986) e Una vedova allegra… ma non troppo (1988).

Jonathan_Demme, venezia72

Jonathan Demme

Ha partecipato numerose volte alla Mostra di Venezia con alcuni suoi titoli fra i più significativi, quali Una volta ho incontrato un miliardario (1980, in Concorso, vincitore di due Oscar), The Manchurian Candidate (2004, fuori Concorso), Man From Plains (2007, Orizzonti Doc), Rachel sta per sposarsi (2008, in Concorso), I’m Caroline Parker: the Good, the Bad and the Beautiful (2011, Orizzonti) ed Enzo Avitabile Music Life (2012, fuori Concorso). Il suo nuovo lavoro è Dove eravamo rimasti (2015), con Meryl Streep.

Per la Sezione Opera Prima presiederà invece uno dei trionfatori dello scorso anno al festival, ovvero Saverio Costanzo.

Saverio Costanzo, Venezia72

Saverio Costanzo- Photo Courtesy: La Biennale.

Protagonista con Hungry Hearts a Venezia71 con la coppia Adam Driver – Alba Rohrwacher entrambi vincitori della Coppa Volpi. Il regista de “La solitudine dei numeri primi”, con Hungry Hearts ha ricevuto 7 nomination ai David di Donatello e ha vinto il Premio della Fipresci al Festival di Stoccolma. Il premio Opera Prima – Luigi de Laurentiis è sicuramente uno tra i premi più ambiti dai registi e produttori: verrà infatti consegnato al vincitore un assegno di 100.000 dollari divisi tra regista e produttore.

venezia71, venezia72

Adam Driver and Alba Rohrwacher

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Input your search keywords and press Enter.