Home Festival? Un successo…si guarda già al 2016!

Com’è andato quest’anno l’Home Festival a Treviso? Diciamo che i numeri parlano da soli…80.000 presenze in 4 giorni!
E’ sicuramente il festival italiano che si avvicina più all’idea di festival Europei: 11 aree spettacolo, 7 palchi, più di 160 concerti. E’ stato sicuramente un successo non lo si può negare. Questo è stato il primo anno senza l’ingresso libero eppure, nella serata di sabato, con il live di Paul Kalkbrenner c’è stato il sold out.
L’agenda è stata fitta di eventi e spettacoli fin al pomeriggio, con la maratona Moohrun Rainbow Editon, il festival dei colori di Holi, le street band, i writers, gli skater e altre performance.

positive_magazine-home_festival-2

positive_magazine-home_festival-3

positive_magazine-home_festival-4

positive_magazine-home_festival-5

Si è partiti giovedì 3 settembre con tanti live d’eccellenza sul main stage Rizla+ tutti aspettavano l’esibizione degli Interpol e Franz Ferdinand & Sparks, sono stati questi due nomi internazionali la vera sorpresa e il biglietto da visita perfetto per questo prima giorno di festival.

Nella Isko Tent, una grande tenda da circo che ospitava uno degli altri palchi, nel frattempo si esibivano Dente, Jack Savoretti e gli esplosivi Lo Stato Sociale, che anche in questa occasione hanno saltato, ballato, protestato, agitato e trascinato il pubblico come solo loro dall’animo irrequieto sanno fare.

Parallelamente nella tenda Jack Daniel’s risuovana l’elettronica degli Aucan, M+A, Godblesscomputers e Populous che ha piacevolmente accompagnato la fine di una serata stupenda.

positive_magazine-home_festival-7

positive_magazine-home_festival-8

positive_magazine-home_festival-9

positive_magazine-home_festival-24

positive_magazine-home_festival-10

Il secondo giorno, venerdì 4, diciamo è quello che passa più in sordina. Sarà per la pioggia, sarà perchè schiacciato tra due serate con nomi importanti come Franz Ferdinand e Paul Kalkbrenner…ma diciamo che non è una serata che passerà alla storia nonostante l’ottima performance dei Subsonica.

Prima di loro sale sul palco anche J-Ax, poi interviene Michelangelo Pistoletto, gli altri palchi si riempiono di reggae tra cui Alpha Blondy ed hip-hop con Taiwan MC, la serata è ben fatta ma manca qualcosa.

positive_magazine-home_festival-11

positive_magazine-home_festival-12

positive_magazine-home_festival-13

Il sabato è la serata per eccellenza, l’organizzazione dalla sua pagina facebook annuncia il sold out e raccomanda vivamente di arrivare per tempo, infatti ai cancelli i controlli diventano più lunghi degli altri giorni. La differenza sul numero delle persone è già visibile all’ingresso, tutti aspettanno il live del dj Paul Kalkbrenner e l’attesa non delude le aspettative.

30.000 persone ballano sulle note del berlinese dopo di lui c’è il Color Splash con Tommy Trash che non regge per niente il confronto, per fortuna nella Isko Tent si continua a ballare con lo Showcase di Altavoz e allo Jack Daniel’s Circus c’è il dj-set Party Hard all’insegna del rock.

positive_magazine-home_festival-18

positive_magazine-home_festival-19

positive_magazine-home_festival-20

positive_magazine-home_festival-21

positive_magazine-home_festival-22

positive_magazine-home_festival-23

L’ultima giornata si chiude con l’attesissimo live di Fedez da parte dei giovanissimi, e la performance dei Negrita attesi anche loro ma da un pubblico non proprio più giovanissimo.
Nel frattempo intorno è tutta una festa, c’è la corsa Moohrun, la streeet band che suona, Holi il festival dei colori che coinvolge tutti…si arriva a fine serata con la consapevolezza che un grande traguardo è stato raggiunto.

positive_magazine-home_festival-15

positive_magazine-home_festival-16

positive_magazine-home_festival-17

positive_magazine-home_festival-25

positive_magazine-home_festival-26

positive_magazine-home_festival-27

positive_magazine-home_festival-28

positive_magazine-home_festival-29

positive_magazine-home_festival-30

positive_magazine-home_festival-31

positive_magazine-home_festival-32

positive_magazine-home_festival-1

Sicuramente ci saranno cosa da migliorare, manca ancora un’area campeggio all’interno del festival (anche se gli organizzatori ci stanno già lavorando per il 2016), ma grandi passi sono stati fatti negli ultimi anni. Lo si legge anche nel comunicato stampa rilasciato poche ore dopo la chiusura di questa edizione, dove si percepisce forte la voglia di raggiungere i festival europei.

E con questa determinazione che l’organizzaione e il fondatore Amedeo Lombardi annuncia già le date dell’edizione 2016: si terrà da giovedì 1 settembre a domenica 4 settembre.

Sarà un percorso lungo ed un anno impegnativo. In bocca al lupo!

You may also like

0 comments

Positive Magazine numero 3 – compralo ora dal nostro sito