ARTISSIMA 2015

E’ cominciato Novembre, per la Cultura e l’Arte mese per eccellenza di Torino, tra Artissima Internazionale d’Arte Contemporanea (6-8 novembre 2015) gestita da Artissima srl, società che afferisce alla Fondazione Torino Musei, e il Torino Film Festival (20-28 novembre 2015).

Artissima, diretta per la quarta volta da Sarah Cosulich Canarutto (1974), sarà ospitata come oramai dal 2010 all’Oval per poi estendersi per il territorio di tutta la città. L’Oval, realizzato nel 2006 come stadio del ghiaccio per i Giochi Olimpici Invernali di Torino, è un padiglione di vetro nel cuore del Lingotto, il distretto di archeologia industriale riconvertito da Renzo Piano per la città.
207 gallerie da 31 paesi di tutto il mondo: questi i numeri della 22° edizione del Festival che fin dalla sua fondazione (1994) ha saputo unire la presenza nel mercato internazionale a una grande attenzione per la sperimentazione, la ricerca e la matrice curatoriale delle scelte e delle proposte. Durante Artissima, secondo Le Monde, “la città si trasforma in un happening gigante”. “Artissima è una fiera che compete con i principali appuntamenti internazionali del mercato dell’arte, ma che sa differenziarsi. Siamo la prima fiera contemporanea ad aver introdotto un focus sulle avanguardie storiche e un palcoscenico dedicato esclusivamente alla performance (…) Artissima agisce come catalizzatore di una rete artistica che interessa tutto il territorio di Torino, che durante i tre giorni di fiera diviene un punto d’attrazione irrinunciabile nel panorama artistico internazionale. Per questo motivo quest’anno abbiamo lavorato su un progetto per sviluppare il nuovo collezionismo oltre ad aver aumentato il numero di collezionisti da tutto il mondo: saranno loro i veri protagonisti. Siamo orgogliosi di essere la fiera delle prime volte e speriamo di continuare ad aprire nuove strade” proclama la direttrice Sarah Cosulich Canarutto.

Sei sezioni compongono la fiera, di cui tre sono dirette da curatori e direttori di musei di tutto il mondo e tre sono dirette dal comitato delle gallerie internazionali della fiera.

La Main Section raccoglie le gallerie più consolidate, rappresentative del panorama artistico mondiale.
Quest’anno ne sono state selezionate 133 (di cui due terzi straniere). New Entries è una sezione riservata alle gallerie giovani più interessanti sulla scena internazionale; i partecipanti hanno alle spalle meno di cinque anni di attività e sono per la prima volta ad Artissima. Art Editions, inaugurata nel 2012, ospiterà edizioni, stampe e multipli di artisti contemporanei di 7 gallerie.

(L’articolo continua dopo la gallery)

Una giuria internazionale assegnerà il Premio Promos Scalo Milano New Entries alla galleria ritenuta più meritevole per il lavoro di ricerca e promozione di giovani artisti nell’omonima sezione. Il Premio Reda, un nuovo premio internazionale a cui partecipano gli artisti che espongono ad Artissima con età massima di 35 anni, nasce quest’anno con l’obiettivo di sostenere la ricerca delle nuove generazioni di artisti che utilizzano il linguaggio fotografico. Il vincitore avrà la possibilità di realizzare una pubblicazione monografica con un prestigioso editore del settore. Il Premio Fondazione Ettore Fico è assegnato a un artista tra tutti quelli esposti ad Artissima in ogni sezione.

Present Future è la sezione di Artissima dedicata ai talenti emergenti, selezionati da un board di giovani curatori internazionali. Gli artisti sono presentati dalle loro gallerie di riferimento in un’area centrale della fiera, con un percorso espositivo appositamente studiato. Il Premio illy Present Future, sostenuto da illycaffè dal 2001, è assegnato all’artista considerato più interessante da una giuria internazionale, in collaborazione con il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea.

Back to the Future è la sezione speciale di Artissima dedicata alla riscoperta, attraverso mostre personali di grandi pionieri dell’arte contemporanea. Nata con un focus sugli anni ’60, ’70 e ’80, nel 2015 si concentrerà per la prima volta su opere prodotte nel decennio 1975-1985. Per il grande pubblico, Back to the Future offre un’opportunità unica per conoscere importanti opere di quegli anni in dialogo con le sperimentazioni attuali. Previsto il Premio Sardi per l’Arte Back to the Future, nato dalla partnership con la Fondazione Sardi per l’Arte e del valore di 5.000€, alla galleria con il progetto più meritevole in termini di rilevanza storica e di presentazione dello stand.

Per4m è la sezione lanciata da Artissima nel 2014 dedicata esclusivamente alla performance, la prima rassegna di questo genere nel panorama fieristico mondiale. Nell’edizione 2015 Per4m propone il lavoro di 12 artisti, rappresentati da 13 gallerie (4 italiane, 9 straniere) presentati in uno spazio dedicato all’interno della fiera o in luoghi condivisi dell’Oval.

Per4m è accompagnata dal Prix K-Way Per4m, del valore di 10.000€, destinato al lavoro più significativo tra quelli presentati nella sezione. “Per4m si conferma come un coinvolgente spaccato della performance attuale, in tutta la sua varietà e complessità; a partire dal rapporto con i tempi, gli spazi, il pubblico. (…) Alcune performance inviteranno il pubblico a farsi coinvolgere, altre propongono agli spettatori un rapporto di tipo teatrale con l’evento che si svolge di fronte a loro.Rispetto all’anno passato, ha meno peso la parola parlata in favore del gesto, della musica, delle immagini; ed è ancora più netta la scelta dei curatori in favore di artisti emergenti, molti dei quali mai presentati prima in Italia” annuncia il coordinatore Simone Menegoi.

La novità dell’edizione 2015 sarà Opium Den, la trasformazione della Vip Lounge in un progetto curatoriale vero e proprio: uno spazio eclettico e sfarzoso concepito come saggio visivo sul collezionismo e sul confine fra oggetto d’arte e oggetto decorativo.
Ypsilon St’Art, Percorsi in Fiera, un programma gratuito di visite tematiche in fiera pensate in parallelo ai Walkie Talkies e ai laboratori Zonarte (il programma dei laboratori è disponibile su www.artissima.it.) per rafforzare ulteriormente l’impegno di Artissima per avvicinare il grande pubblico all’arte contemporanea. Dal 2015 Con/TEXT ospiterà il nuovo spazio Artissima Live, una redazione dal vivo dove le testate online più attente all’arte contemporanea dialogheranno e collaboreranno per la creazione di contenuti legati al week end della fiera. Art advisory– UniCredit Art Advisory, un servizio di consulenza indipendente e gratuito in fiera, il primo di questo tipo in Italia, pensato per accompagnare e far crescere in Italia una nuova generazione di collezionisti. E ancora In Mostra, un progetto espositivo speciale all’interno di Artissima. Nata per offrire una vetrina alle collezioni di arte contemporanea e alle istituzioni artistiche del Piemonte, nel 2015 In Mostra è stata reinventata come mostra indipendente, su 700 metri quadri di spazio espositivo in fiera. La mostra, intitolata Inclinazioni, è incentrata sul concetto di “inclinazione”: una tendenza interiore nei confronti di qualcosa o metafora geometrica e comunque in contrasto con la staticità tradizionale dell’ortogonalità. Esplorando il tema con uno sguardo talvolta ironico e grottesco, in contrasto con l’ortogonalità della città “più retta d’Italia”, Inclinazioni costringe ad abitare uno spazio di contraddizione, ulteriormente sottolineato dal ruolo commerciale della fiera rispetto a quello di conservazione, educazione, a sfondo no-profit, delle istituzioni e associazioni che presentano.

ARTISSIMA, Internazionale d’Arte Contemporanea 6-8/11/2015, OVAL, Lingotto fiere, Torino

 

You may also like

0 comments

Positive Magazine numero 3 – compralo ora dal nostro sito