ULAY in anteprima a Ginevra

ULAY TORNA GINEVRA: Invisible Opponent

Correva l’anno 1977 quando ULAY tenne l’indimenticabile performance Balance Proof realizzata con Marina Abramović al Musée d’art et d’histoire (MAH) di Ginevra, uno dei più importanti musei enciclopedici della Svizzera, costruito dall’architetto ginevrino Marc Camoletti.
Dopo 39 anni in quello stesso luogo ULAY realizzerà la nuova performance Invisible Opponent, organizzata da Adelina von Furstenberg, in occasione del ventesimo anniversario di ART for The World, organizzazione non governativa (ONG) impegnata a mobilitare il mondo dell’arte contemporanea, del cinema e della cultura sui temi chiave della nostra società.

Pioniere della performance e della body art, Uwe Frank Laysiepen, meglio conosciuto nel panorama artistico con il nome di ULAY, è nato a Solingen (Germania) nel 1943.
La sua opera radicalmente innovativa lo ha reso una delle più importanti personalità artistiche del nostro tempo. Dal 1976 al 1988 ha collaborato con Marina Abramović a numerose performance; il loro lavoro si è focalizzato sulla messa in discussione della percezione del femminile e del maschile, sfidando i limiti fisici del corpo (Relation Works). Dopo la rottura con Marina, ULAY si è concentrato sulla fotografia, indagando la posizione dell’individuo reso marginale nella società contemporanea e riesaminando la questione del nazionalismo e dei suoi simboli (Berlin Afterimages, 1994-1995).
Negli ultimi anni ULAY si è principalmente occupato di iniziative artistiche e progetti orientati alla presa di coscienza delle problematiche legate al tema dell’acqua come risorsa (Earth Water Catalogue, 2012).

PROGRAMMA

4 aprile 2016 ore 18.30 – Proiezione del film Performing Life
Alla vigilia della sua performance, il 4 aprile, ULAY presenterà nell’auditorium del Musée d’art et d’histoire il suo film documentario Performing Life. Quando nel 2011 gli è stato diagnosticato il cancro, ULAY ha deciso di trasformare il film sul quale stava lavorando in un documentario sulla sua vita e la sua lotta contro la malattia. Realizzato con immagini di passate performance, brani di interviste e di conversazioni sull’arte, il risultato è un emozionante viaggio che ci immerge nella sua vita artistica, nel cuore dei ricordi personali e delle amicizie. Questo documentario è stato presentato in diverse sedi nel mondo, al Centre Pompidou a Parigi, allo Stedelijk Museum di Amsterdam e, ancora, alla Neue Galerie a Berlino. La proiezione sarà seguita da un incontro con l’artista.

5 aprile 2016 ore 19 – Performance Invisible Opponent
Il 5 aprile il Musée d’art et d’histoire di Ginevra e ART for The World presenteranno, in anteprima mondiale, una performance di ULAY, che ritorna sulle tracce della sua celebre performance Balance Proof realizzata al MAH 39 anni fa con Marina Abramović.
Durante la performance, l’utilizzo di macchine fotografiche, videocamere e di smartphone è vietato.

Progetto sonoro collettivo
World Water Joy – Work in Progress
Dalla fine di febbraio 2016 ART for The World ha lanciato una piattaforma dal titolo World Water Joy, legata al progetto Earth Water Catalogue creato da ULAY.
In questi ultimi anni, le riflessioni e i progetti dell’artista si sono focalizzati principalmente sulle problematiche legate all’acqua e all’ambiente.
Queste tematiche sono alla base del progetto che ha come obiettivo la sensibilizzazione sulla questione della risorsa acqua. Progetto destinato tanto a coloro che ne possono usufruire in abbondanza, quanto a coloro che ne sono privi. Attraverso un «appello per i suoni» diffuso nell’ambito della comunità artistica e culturale, ULAY e ART for The World costituiranno una collezione di suoni dell’acqua che sarà accessibile al pubblico e disponibile attraverso un archivio digitale, a partire dal quale l’artista creerà una composizione musicale che sarà diffusa in tutto il mondo.

Sia perfomance che film sono gratuiti e aperti al pubblico, sino all’esaurimento dei posti disponibili.

Musées d’art et d’histoire
Rue Charles-Galland 2 – 1206 Ginevra
Aperto dalle ore 11 alle 18 – Chiuso il lunedì

Ulay ULAY

Eleonora Milner Editor

Laureata al DAMS di Bologna e in Fotografia dei Beni Culturali all'ISIA di Urbino, si interessa di fotografia e arti visive contemporanee da anni. Ha esposto in mostre collettive a Venezia, Padova, Savignano sul Rubicone (SI Fest #22), Pesaro, Treviso (Spazi Bomben, Fondazione Benetton), Bologna (Spazio Labo).

SHOWHIDE Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Positive Magazine numero 3 – compralo ora dal nostro sito