Un festival per raccontare il rapporto tra l’uomo e il Mare.

Dal 7 al 10 settembre a Castiglione della Pescaia (Grosseto) tra il cinema Castello e vari spazi della città, si terrà la 3/a Festa del Cinema di Mare, un festival per raccontare il rapporto tra l’uomo e il mare.
Quattro giorni di film, documentari, incontri, letture e concerti in un viaggio tra bagnini da riviera, regate in solitario, tempeste perfette, atolli incontaminati e avventure sui mari glaciali.

mare

Quattro giorni di film, documentari, incontri, letture e concerti per un viaggio tra bagnini da riviera, regate in solitario, tempeste perfette, atolli incontaminati e incursioni su mari glaciali.
Sarà questa la Festa del Cinema di Mare, la rassegna dedicata al rapporto tra l’uomo e il più selvaggio e affascinante degli elementi che si terrà dal 7 al 10 settembre a Castiglione della Pescaia (Grosseto), tra il cinema Castello e vari spazi della citta, a cura di Quelli dell’Alfieri e del Comune di Castiglione della Pescaia.

Diversi gli eventi, tra proiezioni, reading, dibattiti e musica. Verrà proiettata la prima italiana di Breath in (Norvegia, 2017), il documentario firmato dalla campionessa mondiale di kitesurfing Kari Schibevaag, ospite del festival, che segue la sua straordinaria avventura tra i paesaggi mozzafiato delle isole Svalbard.

Walking Under Water (Polonia, GB, Germania, 2014)

Il festival segnala anche Bagnanti e Bagnini (Italia, 2017), un ritratto intimo e divertente delle figure mitologiche che popolano le spiagge italiane, da Rimini a Viareggio fino a Fregene e Ostia, presentato in sala dall’autore Fabrio Paleari, e le suggestive immagini delle acque del Borneo ritratte da Eliza Kubaraska nel suo doc Walking Under Water (Polonia, GB, Germania, 2014), che racconta una popolazione di pescatori con una straordinaria capacità di convivenza col mondo acquatico. E ancora: da non perdere la lettura del Moby Dick di Melville su barche da pesca con protagonista l’attore Francesco Chiantese, e la presentazione di Cuore di Giglio, libro di Michele Taddei che ripercorre i 30 mesi successivi al naufragio della Costa Concordia tra cronaca e politica ma anche leggende, aneddoti e miti legati a questa piccola isola per tanto tempo al centro dell’attenzione di tutto il mondo.

In programma anche la proiezione dei tre corti finalisti del premio cinematografico “Mauro Mancini”, intitolato alla memoria del giornalista toscano storica firma de La Nazione e marinaio appassionato, che andrà alla miglior opera sul tema del rapporto tra uomo e navigazione. Il lavoro vincitore sarà selezionato da una giuria di professionisti del settore tra cui critico cinematografico Claudio Carabba, il direttore del Festival dei Popoli Alberto Lastrucci, la direttrice del Clorofilla Film Festival Simonetta Grechi e il direttore sportivo del Club Velico di Castiglione della Pescaia Michele Tognozzi.

L’iniziativa è promossa da Quelli dell’Alfieri e Comune di Castiglione della Pescaia con la collaborazione di Quelli della Compagnia, Club Velico Castiglione della Pescaia, Festival dei Popoli, Clorofilla Film Festival e RRD Roberto Ricci Designs.

Breath In

0 comments

By 

Positive Magazine numero 3 – compralo ora dal nostro sito