URBAN INTERVENTION CAMP 2017

Come abitare uno spazio in transizione? Come costruire spazi d’interazione tra i diversi usi? Come condividerlo?

urban

Ex Caserma Pepe – Lido di Venezia – 20 agosto – 20 settembre 2017

Il progetto Urban Intervention Camp nasce nel 2016 come residenza transdisciplinare in spazi abbandonati dell’arcipelago lagunare veneziano, con l’intento di “abitare” questi luoghi come pratica estetica, di cura e di trasformazione dello spazio e del suo contesto.

Si tratta di abitare un interstizio temporale inusuale nel ciclo di vita di un luogo per entrare in comunicazione con uno spazio psichicamente rinnovatore, dove sperimentare diverse forme d’uso e avviare percorsi di ricerca e formazione transdisciplinari legati alla produzione artistica e culturale.

L’interesse nell’attivare queste pratiche nasce anche dalla necessità di voler creare un ponte tra “l’io con il suo immaginario del quotidiano” e “l’io collocato all’interno di ambienti insaturi, incerti e fragili” dove l’inaspettato può accadere ed essere colto con un atto creativo, e la predisposizione all’ascolto si colloca come elemento fondamentale per un intreccio sinergico e consapevole.

Sulle tracce dell’esperienza del 2016, costruita sulla progressiva scoperta, l’adattamento e la cura di alcuni ambienti della caserma Pepe, anche quest’anno l’attenzione sarà rivolta agli usi temporanei ed all’abitare luoghi dell’oblio come dinamica estetica trasformativa dello spazio, per sperimentare la co-esistenza di diverse forme di produzione culturale.

Biennale Urbana is
Andrea Curtoni, Giulia Mazzorin, Lorenzo Romito con Chiara Zanella, Francesco Gerardi, Filippo Vendrame (intern-IUAV) Andrea DeLorenzo (intern-IUAV)


In residenza

Antonello Ruggieri, Giovanni Dinello, Giovanni Torcellan, Mina Büker, Ayla Pierrot Arendt, Fabian Gutscher

Sviluppo laboratorio Cicli-Lido
Matteo Rocco (Comunità di Venezia, Società Cooperativa Sociale Villa Renata)
tutors Roberto Maggetto, Alberto Scozia

Sviluppo laboratorio Skatepark
Alessandro Rizzo – Associazione Skaters Lido, Marco Altan – Venice Free Style Lab

Ph Courtesy: Venice Freestyle Lab

Media partner Positive Magazine
Giacomo Cosua / Founder & Editor in Chief, Marco Forlin / Art Director
grafica e sviluppo della comunicazione ZeroZoro & PAS-E
Marco Juan Lavadier, Steven Uch, Mathilde / Victor Nebbiolo Di Castri, Valeria Zane

Alternanza scuola lavoro
Liceo classico europeo M.Foscarini (Venezia)

Con il supporto di
Coop. Non solo Verde, Bottega d’Arte Gibigiana, Cantiere Lizzio

Programma delle residenze:

Martedì 22/08 > Sabato 02/09
Mathilde Lemagne e Vincent Giardina (Zerozoro)
THERMAL PRINT SCREEN
Dopo aver sviluppato il sito di BURB, lo studio Zerozoro partecipa con una ricerca sulla stampa, la materia e gli ambienti della caserma

Lunedì 28/08 > Martedì 05/09
Antonello Ruggieri e Giovanni Dinello con la partecipazione di Mina Büker.
THE SHAPES OF VIBRATION
Una ricerca sulla materia che mette in risonanza le arti visibili ed invisibili per generare ambienti vibranti. Spazi attraversati da onde sonore e luminose che toccando il corpo fisico lo trasformano in corpo danzante.

Martedì 05/09 > Venerdì 08/09
Ayla Pierrot Arendt e Fabian Gutscher
WALK IN VENICE
L’artista musicale svizzero Fabian Gutscher ha sviluppato un’applicazione per i cellulari per sincronizzare i passi di due o più passeggiatori senza essere nello stesso luogo. Per WALKin Venice l’artista collaborerà con l’artista visivo Ayla Pierrot Arendt per costruire un paesaggio sonoro visivo che fasi sculture musicali, frammenti video e interazioni a una performance dal vivo in rapporto intuitivo con le mosse del camminatore.

2017-07-21 OCTOPUSSY from Ayla Pierrot Arendt on Vimeo.

EVENTI
(In aggiornamento)

Lunedì 28/08
opening event_ h. 18.00 am – 24.00 a.m

< I Luni del Lio >
serate picnic con ospiti speciali e buona musica
Lunedì 28/08 // 04/09 // 11/09 // 18/09
18.30-00.00

Giovedì 31/08
film “L’ordine delle cose” di Andrea Segre
Evento solo su invito
h. 21.00 am – 02.00 a.m

Sabato 02/09
Positive Magazine Party
h. 21.00 am – 02.00 a.m

Venerdì 08/09
Mattaccino
h. 21.00 am – 02.00 a.m

Sabato 09/09
Venice Freestyle Lab night
h. 21.00 am – 02.00 a.m

Venerdì 15/09
Cosing event
h. 18.00 am – 24.00 a.m

LABORATORI IN CORSO

CICLI-LIDO LAB.
con la Comunità di Venezia, Società Cooperativa Sociale Villa Renata
Attraverso Urban Intervention Camp è stata avviata una collaborazione con la “Comunità di Venezia, Società Cooperativa Sociale Villa Renata” per lo sviluppo e la realizzazione del progetto di una ciclofficina educativa presente sul territorio del Lido e Pellestrina in cui si recuperano e riparano biciclette. In questo spazio si impara l’arte della manutenzione della bicicletta e il lavorare insieme facendo qualcosa di utile per la comunità. Al centro del progetto di ciclofficina c’è il “fare”, il “fare insieme” come elemento di emancipazione e di crescita personale. Verrano realizzati due corsi per insegnare l’arte di riparare le biciclette.

calendario:
Corso base (12 ore) Quattro incontri di 3 ore ciascuno dalle 10.00 alle 13.00 nei giorni
Lunedì 21/08, Venerdì 25/08, Lunedì 28/08, Venerdì 1 01/09

Corso intermedio (6 ore) Due incontri di 3 ore ciascuno dalle 10.00 alle 13.00 nei giorni
Lunedì 04/09 e Martedì 05/09

AREA DEL PORTICO

SKATEPARK LAB.
con Skater Lido e Venice Freestyle Lab
Portare un’ Half-Pipe al Lido, organizzare un laboratorio per la riparazione e il ri-assemblaggio della struttura, creare un evento ad-hoc dedicato agli sport freestyle e divertirsi skatando sono i principali obiettivi di questo environment. Dopo diversi anni di discussione sul come e il dove collocare una struttura al Lido, Urban Intervention Camp funzionerà come vero e proprio laboratorio per il futuro Skate-Park. La rampa, una volta recuperata ed installata all’interno della piazza d’armi potrà divenire anch’esso STAGE, ambiente multifunzionale oltre ad essere lo spazio per gli skaters del Lido.

calendario:
Domenica 20/08
Sabato 26/08
Mercoledì 30/08
h. 10.00 am – 17.00 a.m
Skate-park (orari da definire)
Freestyle Party sabato 09/09

URBAN EDUCATION LIVE
con Liceo M.Foscarini / Alternanza Scuola Lavoro e Urban Education Live Network
Sabato 05/09 – Mercoledì 08/08
h. 10.00 am – 17.00 a.m

AMBIENTI DELLA CASERMA

AMACARIO
di ON/Stalker (2004)
Amacario nasce come idea di spazio pubblico, accogliente, ludico e conviviale. E’ un’architettura del sonno, ovvero un luogo nel quale ci si abbandona e si permette al proprio inconscio di entrare in relazione con l’inconscio dello spazio, ma è anche agorà, diventando luogo di scambio, dove ci si confronta ai diversi livelli e con diversi punti di vista. E’ una performance, nel senso che crea ogni volta, come luogo di relazione ed interazione, molteplici situazioni, animate da persone ed esperienze sempre diverse che riconfigurano continuamente lo spazio, ma è anche sindone, diventando traccia e memoria delle relazioni tessute e già vissute.


Lunedì 28/08 > 20/09

Ingresso / Area portico

STAGE
con associazione Cantieri Teatrali Veneziani
è concepito come un set di quindici pedane modulari di tre metri per due e di cinque spalti componibili secondo diverse configurazioni in base alle molteplici necessità performative e d’uso all’interno della piazza d’armi. Per il loro carattere modulare le strutture possono adattarsi al contesto in continua trasformazione ed interagire con gli altri ambienti installati all’interno della caserma.

Domenica 20/08 > Mercoledì 20/09

PILL OF BENJAMIN
di Analogique
a cura di: Associazione Culturale LiveOutsideinVEnice
La pillola di Benjamin rappresenta il risultato del workshop di progetto e costruzione istantanea Bubblevilla tenutosi dal 09 all’11 dicembre 2015 nel Salone di Palazzo Tron a Venezia. Il Progetto è stato promosso dall’Associazione Culturale LiveOutsideinVEnice con la partecipazione dello studio ANALOGIQUE ed il Senato degli Studenti dell’Università IUAV e realizzato con il contributo dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Venezia previsto dal bando “Incubox – Concorso di idee”. La pillola di Benjamin individua, osserva, condivide, accresce ed attribuisce nuovi possibili significati agli spazi. Incuriosisce e diverte i fruitori. Appare e riappare lasciando tracce quasi impercettibili. La pillola di Benjamin è una architettura spaesante, è un contenitore d’aria disponibile a configurarsi come
padiglione temporaneo, giostra itinerante, landmark.

Domenica 27/08 > Mercoledì 20/09
Area portico

GALLERIA DEL VENTO
Installazione di Florian Dombois
Cosa sarebbe Venezia senza vento? Dov’è il vento quando non sta soffiando? Come potrebbe l’idea di ricerca essere utile per l’arte? Negli ultimi cinque anni, l’artista Florian Dombois ha gestito un laboratorio “galleria del vento”, che riunisce diverse discipline, sul tetto dell’Università delle Arti di Zurigo (ZHdK). Il tunnel funge da puzzle: per i ricercatori abituati ad iniziare con un problema, fornisce una superficie tangibile, un dispositivo sperimentale; per coloro che si allontanano dalla logica del problema scientifico, il suo interno e le sue mura offrono uno spazio vuoto, una scultura invisibile. Per vedere il vento, bisogna prima visualizzarlo e introdurre fumo, piume o bolle di sapone; Per esplorare il vento, si deve proporre un modello, una forma o un aquilone. Durante cinque settimane di lavoro presso il Research Pavilion, Dombois ha sviluppato pezzo dopo pezzo la galleria del vento, dando così lentamente forma al vento generato da una macchina. Ogni mattina l’artista ha navigato con la sua barca a vela nella laguna per raccogliere il materiale necessario per il tunnel da isole e siti abbandonati per poi assemblarlo in un
collage.

Dal 20 Agosto la Galleria del Vento sarà istallata in Caserma Pepe.
Domenica 20/08 > Mercoledì 20/09

THE SYNESTIZER/LISTENCOLORS
di Dan MacKinlay, Christoph Stähle and Kaspar König
è un sperimentazione aperta di interazione sintetica con ambienti emessi dal proprio browser. I movimenti di colori intercettati dalla web-cam saranno tramutati in feedback sonori.
Martedì 05/09 > Venerdì 08/09

Area Rampa

KONOPEION
di Giulia Mazzorin (2016)
Konopeion è un velo, una membrana sottile, uno spazio nello spazio che può cambiare continuamente aspetto e funzione. Un dispositivo giocoso, imagignifico, volubile che nella sua forma e consistenza è in grado di generare sensazioni estranianti e di sospensione dall’ordinario. Un velo come protezione per il sonno di chi risiederà in Caserma.
Lunedì 31/08 > Mercoledì 20/09

GIACIGLIO
di ON/Stalker (2016)
Un Giaciglio di Stalker per l’ex caserma Pepe, uno spazio incerto da condividere, un possibile comune. La piazza d’armi, un luogo che il Giaciglio rende accogliente e ludico nel tentativo di stimolare l’incontro con l’altro, il raccontare, il conoscersi. Un abitare nomade in cerca di una convivenza possibile tra locali, villeggianti, artisti e chiunque oggi cerchi accoglienza. Il Giaciglio nei giorni di Urban Intervention Camp ospiterà chi tra i visitatori vorrà sostare e riposarsi o passare una, due, tre notti all’aperto e in compagnia, dormendo sotto le stelle e sognando un mondo possibile, dove dar rifugio al futuro.

Lunedì 11/09 > Domenica 17/09

You may also like

0 comments

Positive Magazine numero 3 – compralo ora dal nostro sito